Mini crescia al formaggio

Mini crescia al formaggio

La crescia al formaggio è una ricetta tipica delle Marche anche se è conosciuta e apprezzata in tutta Italia.

È una ricetta semplice da preparare gustosa e profumata, ottima da mangiare al naturale o accompagnata con salumi, insomma una golosità che non può assolutamente mancare sulla tavola di Pasqua. Come per molte ricette della tradizione, anche la crescia viene tramandata di famiglia in famiglia e ognuno ha la sua caratteristica che la rende unica.  

La ricetta che vi propongo è stata pubblicata sulla rivista Eva Cucina di questo mese, di Fabio Codini.

Copiata fedelmente tranne che per l’uso del lievito di birra che ho sostituito con il lievito madre rinfrescato una volta al giorno per 4 gg.  partendo con queste proporzioni: 50 g di lievito madre, 50 g di acqua (io ho usato quella frizzante), 50 g di farina Manitoba.

Quest’anno per praticità, ho voluto preparare delle mini crescie al formaggio e con le dosi riportate ho riempito 12 pirottini  monoporzione da panettone, inserendo in ogni stampo circa 100 g di impasto.

Prova anche le altre ricette di Pasqua

Per questa ricetta ho utilizzato la Farina tipo “o” e Manitoba prodotti da “Selezione Casillo”

Farina 0 Selezione Casillo                                                             

 

 

 

Ingredienti

250 g di farina Manitoba

250 g di Farina tipo 0

200 g di lievito madre rinfrescato liquido oppure 1 bustina di lievito secco

4 uova

160 ml di latte a temperatura ambiente

140 ml di olio EVO

100 g di parmigiano grattugiato

100 g di pecorino grattugiato

50 g di pecorino a cubettini

1 cucchiaino di zucchero

1 cucchiaino di sale

 



Procedimento

In una ciotola sciogliere il lievito secco o il lievito madre con il latte zuccherato e lasciate lievitare per 10 minuti circa.

Nella planetaria unire le farine con i formaggi grattugiati e aggiungere a filo prima il latte con il lievito e poi l’olio continuando ad impastare. Unire quindi anche le uova e il sale.

Impastare per una decina di minuti e aggiungere poi il pecorino a cubetti. A questo punto io ho fatto riposare l’impasto per un’ora circa dentro la ciotola della planetaria coperto con canovaccio.

Trascorso il tempo prendere l’impasto e dividerlo in porzioni da 100 g circa, stenderlo leggermente con le mani per poi riportare i 4 lembi verso il centro. Rovesciare la pallina ottenuta, arrotondarla con le mani (fare la pirlatura come per i panettoni) e sistemarla nei pirottini.

Riporli di volta in volta su una teglia da forno e lasciar lievitare fino a far triplicare il loro volume.  

Quando le crescie avranno raggiunto il bordo dello stampo, spennellarle la superficie con un po di olio ed infornarle in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti.

Per la prima mezz’ora vi consiglio di mettere un pentolino di acqua nel forno per creare la giusta umidità.

Sfornare e lasciar intiepidire.

Crescia marchigiana
Mini crescia al formaggio

 

Cresce Marchigiane
Mini crescia al formaggio

 

Da non perdere

About The Author

Related posts

2 Comments

  1. Pingback: Ciambelline Pasquali: dolci perfetti per la colazione di Pasqua

  2. Pingback: Pastiera di grano: dolce ricco e goloso tipico della Pasqua

Leave a Reply