Squisito Showcooking – gourmet experience

Squisito Showcooking – gourmet experience

Siamo tornate da poco da un bellissimo evento, tenutosi il 19 novembre presso Palazzo Calvi, organizzato da Valentina Camozzi e Monica Martino del sito Cucina Semplicemente in collaborazione con il Salumificio Squisito.

 

12234945_935665549852735_738294029044500286_n

 

Evento con finalità social e di promozione di prodotti locali e di nicchia, ha trovato in Parma una location d’eccezione. Quando si parla di questa città, pensi subito al parmigiano reggiano, al prosciutto crudo, ai culatelli appesi nelle cantine dove predominano profumi e percepisci all’istante l’amore per questi prodotti d’eccellenza che poi accompagneranno le nostre tavole.

 

parma1

 

parma

 

All’evento hanno partecipato aziende locali con i loro prodotti, come il Salumificio Squisito, 32 Via dei Birrai, Pasta Canossa, Appennino Food.

Interessante poi la presentazione di Berlino Cacio e Pepe Magazine, presente come parte estera assieme a Tourism- Insider.

La giornata è stata intensa e ricca di notizie, ne siamo uscite contente ed entusiaste di questa realtà che speravamo esistesse e in questa occasione ne abbiamo avuto conferma. Ovviamente stiamo parlando di aziende italiane che lavorano per produrre prodotti sani e naturali. Aziende come il Salumificio Squisito, che lavorano in ambienti dove si percepisce l’amore e la passione per il loro lavoro.

 

salumif

 

Non possiamo far altro che congratularci con loro e dire che è giunto il momento di ricominciare a nutrirci di cibo, sottolineando tutta l’importanza storica e culturale che esso ha, visto che di “cibo industriale”, ormai ne abbiamo fatto indigestione.

Abbiamo partecipato come food blogger della Piattaforma Alice TV, portando la nostra esperienza e quella di una televisione dedicata prevalentemente ad un pubblico femminile, visibile al canale 221 del digitale terrestre. Per Alice, la televisione è intrattenimento, informazione e cultura del territorio e lo fa egregiamente attraverso numerosi programmi televisivi che raccontano la tradizione, la qualità e la ricchezza della cucina e dei prodotti del territorio. Alice è un grande portale, www.alice.tv, che rappresenta la vetrina privilegiata dei suoi chef, testimonial e blogger, oltre un grande archivio dove trovare tutte le migliori ricette della tradizione.
La giornata è iniziata con una visita presso l’Alma, scuola di cucina fondata dal maestro Gualtiero Marchesi. L’Alma e’ il più autorevole centro di formazione della cucina italiana a livello internazionale e ha sede nella splendida Reggia di Colorno.

reggia

 

reggia giardini
Alma forma cuochi, pasticceri, sommelier, manager di sala e della ristorazione, provenienti da ogni paese. Restiamo incantate quando varchiamo la soglia della biblioteca che undici anni fa’ contava circa 4 mila volumi ed oggi ne contiene circa 10 mila, tutti completamente dedicati al mondo enogastronomico.
Come biblioteca a tema e’ la più grande d’Europa.

bibliot

 

 

Continuiamo la visita e accediamo all’aula dedicata ai corsi base dove regna sovrana la disciplina e la concentrazione per poi passare al laboratorio di pasticceria, all’aula degustazione tecnica dei vini e alla cantina didattica.

aula
Tutti i corsi che si tengono all’Alma, che siano legati al mondo della sommellerie, ma anche alla cucina o pasticceria, hanno sempre un percorso legato al vino. La cantina didattica dell’Alma contiene più di 1000 etichette e ogni anno i produttori, in cambio di visibilità regalano bottiglie, dando così la possibilità ai ragazzi di studiarne le differenze.

cantina

 

botti
Ogni anno l’Alma ospita oltre 1000 studenti, provenienti da tutto il mondo e sicuramente, il prestigio di questa scuola, crea opportunità di lavoro grazie all’ottima formazione.

Proseguiamo il nostro tour nelle cantine di Palazzo Calvi dove possiamo ammirare i Culatelli di Zibello Dop del Salumificio Squisito e gustare i prodotti offerti dalla casa. Prodotti della tradizione, come lo Strolghino, nato dall’intuizione di un giovane norcino della Bassa Parmense. Lo Strolghino infatti è ottenuto con le rifilature del Culatello. Il suo sapore particolare ed unico lo deve poi alla sua concia e alla stagionatura che dura al massimo 20 giorni.

salame

salame1

 

Il tutto accompagnato dalle ottime birre artigianali: 32 Via dei Birrai; 32 perché è il numero corrispondente alla classe di appartenenza della birra secondo uno schema internazionale che categorizza prodotti e servizi. A prima vista colpisce la semplice ricercatezza nel design delle bottiglie, per poi apprezzare all’assaggio il gusto e i numerosi prodotti, insomma ce n’è per tutti i gusti! Birre bionde, scure, speziate, doppio malto, fino ad arrivare all’aceto di birra da lentissima ossidazione a temperatura naturale. Mauro Gajo, responsabile commerciale, ha più volte sottolineato quanto importante sia per l’azienda, la selezione di materie prime e accorti procedimenti che rendono onore al nome stesso di essere e fare birra.

home_2

 

birre

 

E’ il momento di Appennino food, un’azienda nata nel 1994 per la selezione di funghi e tartufi e che negli anni grazie alla passione per la natura e all’amore per la terra è diventata un punto di riferimento nel suo settore.

Appennino food è in Val Samoggia una zona incontaminata tra le colline bolognesi. E’ in questo paesaggio che l’azienda raccoglie funghi e tartufi per realizzare e conservare prodotti di qualità.

sfondo-azienda

 

Passione, amore e qualità sono le caratteristiche e la forza della pasta di Canossa. Nasce nel 2012, prodotta con il semolato di grano duro che coltivano nella Tenuta Cuniola a San Martino di Ferrara. Una pasta italiana, emiliana, a km 0, trafilata a bronzo dall’elevato apporto proteico.

logo

 

 

persega

 

La visita prosegue nel laboratorio del salumificio Squisito dove Angelo ci spiega la lavorazione del Culatello, l’asciugatura e la conservazione.

 

collage
In serata lo showcooking dello chef Daniele Persegani, cuoco e conduttore televisivo è, come si suol dire, la ciliegina sulla torta. Lo chef Persegani gestisce con la sorella, il ristorante l’Osteria del Pescatore, un ristorante tipico dove la pasta si fa ancora a mano, complimenti chef!
Per l’occasione ci ha deliziato con due primi piatti: paccheri croccanti del Pastificio Canossa, con crema di spalla cotta, su composta di scalogno e tagliolini di castagne con crema di porcini e cardamomo.

 

persigan

 

persi

 

persig
Entusiaste di quest’esperienza le compagne di viaggio: Barbara Ciorba (Una tappa in cucina), Lucia Zolferino ( Cucinare a ritmo di blues), Daniela Neglia (Sapori di casa), Anna Maria Di Gregorio titolare del ristorante Falsopepe.

Da non perdere

About The Author

Related posts

6 Comments

  1. Giuseppe Tognazzi

    Grazie per essere state da noi al Salumificio Squisito, spero siate riuscite a cogliere la vera artigianalità Italiana che ha tantissimo ancora da dire in tutte le regioni, da nord a sud. Le vostre domande mai banali ed attente ci hanno permesso un confronto sereno che vorremmo sempre avere con le bloggers professioniste come voi, un abbraccio a presto Giuseppe

    Reply
    1. badalu
      badalu

      Io ringrazio tantissimo Valentina e Monica per averci dato la possibilità di partecipare a questa giornata formativa .
      Ringrazio il Salumificio Squisito perché attraverso questi percorsi si riesce a cogliere l’amore e la passione che mettete nel vostro lavoro.
      Grazie a nome del trio Badalu

      Reply
  2. badalù
    badalù

    Grazie a voi dell’ospitalità e della splendida giornata che ci avete fatto trascorrere. Una realtà che a noi era sconosciuta ma che speravamo esistesse, fatta di passione e rispetto per la tradizione e per il cibo sano. Grazie per tutto.
    Buon lavoro e a presto
    Lucia

    Reply
  3. Anna Maria di Gregorio

    i ringraziamenti vanno a Valentina e Monica per aver dato la possibilità di venire a contatto con una realtà assolutamente artigianale,di indiscutibile qualità, di indescrivibile bontà , quindi grazie a Giuseppe ed Angelo per la l’ospitalità golosa tra i profumi inebrianti di culatello, strolghino, coppa, pancetta
    Grazie!!!!

    Reply
  4. badalu
    badalu

    Non sono brava con le parole, le mie colleghe lo sanno benissimo, quindi voglio esprimere tutta la mia gratitudine nei confronti di Monica e Valentina per l’organizzazione perfetta, Angelo e Giuseppe per l’eccellente ospitalità, regalandovi i miei piccoli scatti a testimonianza di una giornata fantastica!
    Grazie di cuore.
    Barbara

    Reply
  5. Pingback: Mousse al cioccolato bianco e cachi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *