Stracciatella alla romana in caccavella

Stracciatella alla romana in caccavella

La ricetta di oggi è un piatto della tradizione romana: la stracciatella alla romana servita però in un formato di pasta molto accattivante: la caccavella

Oltre a dare un tocco di originalità e modernità alla ricetta, la caccavella apporta l’unica parte mancante: i carboidrati, rendendolo così un piatto unico e completo.

Una ricetta della tradizione, buona e gustosa, perfetta da proporre anche nelle giornate di festa, grazie all’originale formato di pasta, le caccavelle prodotte da La Fabbrica della pasta di Gragnano

 

Ingredienti per 4 persone:

4 caccavelle 

2 litri circa di brodo di carne fatto in casa con un buon pezzo di bollito/muscolo/osso qui la ricetta

4 uova (uno a persona)

4 cucchiai di parmigiano grattugiato 

1 pizzico di noce moscata

prezzemolo tritato (facoltativo)

sale q.b.

pepe (facoltativo)





Procedimento:

Preparare il brodo di carne secondo quando descritto in questa ricetta.

Non appena il brodo sarà pronto e filtrato, rimetterlo nella pentola e riportarlo a bollore.

Prenderne una parte per cuocervi le caccavelle a fuoco moderato mescolando di tanto in tanto. Dopo circa 20 minuti scolarle e metterle capovolte sopra un piatto leggermente unto.

Quindi  procedere a preparare la stracciatella: rompere le uova in una terrina, unire il parmigiano, la noce moscata, un pizzico di sale, uno di pepe (facoltativo) e il prezzemolo tritato finemente, se piace.

Battere bene il composto di uova con una forchetta.

Versare nel brodo in bollore le uova e continuare a mescolare preferibilmente con la frusta, fino a quando si saranno rapprese. Far cuocere per pochi minuti.

Servire la stracciatella in brodo ben caldo utilizzando le caccavelle come contenitori precedentemente inserite in cocotte monoporzione. 

A piacere distribuire del prezzemolo fresco tritato, del parmigiano e servire subito. 

 

Stracciatella alla romana in caccavella La Fabbrica della Pasta di Gragnano
Stracciatella alla romana in caccavella

 

 

Da non perdere

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *