Ciambelle al vino dei Castelli Romani

Ciambelle al vino dei Castelli Romani

Ci sono delle ricette della tradizione che a volte diamo per scontato che tutti conoscano e poi chiacchierando con amci e parenti scopri che non è così. Queste ciambelle al vino dei Castelli Romani ne sono un tipico esempio, una ricetta semplice e veloce che in molti ci hanno chiesto di preparare.

Sono uno dei pilastri della gastronomia romana e di una semplicità unica, vengono servite spesso come dopo pasto nelle trattorie romane in accompagnamento ad un buon bicchiere di vino dei castelli.

La tradizione le vuole semplici solo vino, olio e zucchero e senza lievito, ma sono ottime anche con l’aggiunta dei semi di finocchio e mi raccomando NON ANICE diffidate dalle imitazioni!!!

Le nonne facevano queste deliziose e croccanti ciambelle senza l’uso della bilancia, usando come unità di misura un semplice bicchiere.

Per questa ricetta abbiamo usato la farina Tritordeum di Selezione Casillo.

Ingredienti per circa 40 pezzi 

1 bicchiere di olio EVO

1 bicchiere di zucchero semolato + quello per ricoprire le ciambelle

500 g circa di farina Tritordeum Selezione Casillo

1 bicchiere di vino dei castelli (bianco o rosso)

1 pizzico di sale 

semi di finocchio q.b. (facoltativo)

 


Procedimento

Mettere tutti gli ingredienti in una ciotola e mescolare bene con le mani!

L’impasto deve risultare omogeneo e non troppo duro, in tal caso aggiungere un po’ di vino e olio in egual misura, in caso contrario correggere con qualche cucchiaio di farina.

Lasciare riposare per una ventina di minuti in un luogo fresco ed asciutto.

Finire di lavorare l’impasto su una spianatoia.

Creare dei filoncini e chiuderli a ciambella quindi tuffarle nello zucchero semolato da una sola parte. Premere leggermente per far aderire bene lo zucchero e metterle su una teglia coperta da carta forno.

Infornare in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 30 minuti.

Le ciambelle sono pronte quando diventeranno dorate.

Appena sfornate risulteranno un pochino morbide ma raffreddando si induriranno. 

Attenzione: creano dipendenza 🙂

 

Ciambelle al vino dei Castelli Romani Selezione Casillo
Ciambelle al vino dei Castelli Romani

About The Author

Related posts