Coratella alla romana

Coratella alla romana

Con il  termine coratella, si intende l’insieme degli organi di animali di piccola taglia e per chi ama le frattaglie, questo piatto è una vera golosità. La coratella romana, fa parte di quei piatti poveri della cucina romana che sta scomparendo eppure è un piatto semplice ed economico. Nella cucina romana, la coratella ha un ruolo importante e soprattutto nel periodo pasquale non può mancare sulla tavola di tutte le famiglie che seguono la tradizione.

Ingredienti:

1 kg di coratella di abbacchio (cuore, fegato, polmoni, e milza)

5 carciofi romaneschi

1 cipolla

2 spicchi di aglio

Mentuccia romana

Qualche ciuffetto di prezzemolo

Brodo vegetale (carota cipolla sedano e zucchina)

3 limoni (uno per la decorazione)

2 bicchieri di vino bianco secco

Olio

Sale

Pepe

 

Preparare un brodo vegetale con le verdurine, filtrarlo e tenetelo in caldo.

Mondare i carciofi, tagliarli a spicchi e metterli in acqua acidulata con un limone spremuto.

Nel frattempo pulire la coratella eliminando tutte le parti inutili e separare le componenti tagliandole a pezzettini. Queste devono essere necessariamente separate poiché hanno diversi tempi di cottura.

In un tegame scaldare un po’ di olio con 2 spicchi di aglio schiacciati, che una volta dorati, andranno tolti.

Versare i carciofi sgocciolati con un pizzico di sale e un bicchiere di vino. Lasciar sfumare a fuoco vivace e  unire mezzo mestolo di brodo caldo. Lasciar cuocere una ventina di minuti. A cottura ultimata pepare e versare la mentuccia fresca sminuzzata (meglio con le mani). Tenere da parte.

In una padella scaldare dell’olio Versare la cipolla tritata finemente e lasciarla appassire leggermente.

Iniziare a cuocere la coratella versando in tempi diversi le vari componenti.

Rosolare i polmoni, versare mezzo bicchiere di vino, sfumare e versare un mestolo di brodo caldo. Aggiungere il prezzemolo tritato finemente. Cuocere per circa 10 minuti. Aggiungere la milza, lasciar sobbollire altri 5 minuti. Unire il cuore e quando questo sarà diventato bruno, versare il fegato. Aggiungere del brodo caldo se dovesse essere necessario. Dosare di sale e pepe e versare il restante vino. Sfumare per 5 minuti circa.

Unire i carciofi e se possibile trasferire il tutto in un tegame di terracotta. Amalgamare tutti gli ingredienti per alcuni minuti e irrorare con il succo di limone.

Bruschettare delle fette di pane con dell’olio e accompagnarle alla coratella calda. Guarnire con ciuffetti di mentuccia e prezzemolo e fettine di limone.

 

coratella alla romana
Coratella con carciofi

About The Author

Related posts

Leave a Reply