Primi, Ricette

Linguine con il pesto di basilico alla genovese

Linguine con il pesto di basilico alla genovese- la fabbrica della pasta di gagnano

Le linguine con il pesto di basilico sono un primo piatto tipico della cucina ligure e in particolare di quella genovese.

Un piatto fatto con pochi e semplici ingredienti ma per apprezzarne in pieno tutti gli aromi e sapori, bisogna seguire una serie di accorgimenti. Intanto è fondamentale che il pesto non venga cotto, è una salsa fredda e va aggiunta alla pasta fuori dal fuoco. Inoltre la tradizione vuole che si prepari nel mortaio, per cui organizzatevi e preparatela magari con anticipo, vi assicuro che è un ottimo antistress…provare per credere!

Se proprio non riuscite, per mancanza di tempo o perché non avete un mortaio, potete utilizzare un mixer ma, vi consiglio di far raffreddare per bene le lame in freezer prima di iniziare. Inoltre usatelo ad intermittenza, spegnendolo e riaccendendolo più volte. In questo modo eviterete di surriscaldare le lame e il basilico rimarrà bello verde.

In questo primo piatto il pesto è arricchito con patate e fagiolini che rendono la pasta ancora più saporita e cremosa. Con le linguine con pesto di basilico alla genovese, porterete a tavola un primo piatto dal sapore e profumi inconfondibili, perfetto in questa stagione!

Per questa ricetta ho utilizzato ‘e Linguine prodotte da La Fabbrica della pasta di Gragnano, ottime con tutti i sughi. La trafilatura al bronzo e l’asciugamento lungo e delicato a bassa temperatura contribuiscono a creare un prodotto unico e di elevata qualità.

 

 

Scopri altre ricette! 

Ingredienti per 4 persone

350 g di linguine

2 patate di media grandezza

200 g di fagiolini verdi

Per il pesto:

50 g di foglie di basilico 

1 o 2 spicchi di aglio

4 cucchiai di parmigiano

2 cucchiai di pecorino

una manciata di pinoli

mezzo bicchiere circa di olio extravergine di oliva

sale grosso q.b.

 



Procedimento

Preparare il pesto: 

Lavare delicatamente il basilico in acqua fredda e lasciarlo asciugare su un canovaccio.

Inserire l’aglio pulito all’interno di un mortaio e iniziare a pestarlo con qualche grano di sale. Aggiungere poco alla volta le foglioline di basilico sempre accompagnate da qualche grano di sale e pestarle delicatamente con movimenti rotatori, permettendo così la fuoriuscita degli oli essenziali. 

Quando il basilico avrà rilasciato tutto il suo liquido di un colore verde e brillante, aggiungere anche i pinoli e continuare a pestare dolcemente.

Aggiungere quindi il parmigiano, il pecorino e infine l’olio a filo, continuando a pestare.

Una volta pronto, versare il pesto in un contenitore di vetro, chiudere e se lo avete preparato in anticipo, conservatelo in frigo.

Lavare, pulire i fagiolini e tagliarli a tocchetti di un paio di cm. Pelare le patate e tagliarle a dadini.

Intanto mettere a bollire l’acqua, salare e aggiungere prima le patate e dopo un paio di minuti anche i fagiolini.

Far cuocere per due minuti e unire la pasta, mescolare e portare a cottura.

Scolare la pasta al dente, conservando un po’ di acqua di cottura, versarla con le patate e i fagiolini in una ciotola. Aggiungere a piacere il pesto a cucchiaiate e mescolare, aggiungendo man mano dell’acqua di cottura per rendere il tutto più cremoso.

Se dovesse avanzare il pesto, si può conservare in frigo, chiuso in un contenitore ermetico, coperto con un filo di olio.

Linguine con il pesto basilico genovese- La fabbrica della pasta di gragnano

Linguine con il pesto di basilico genovese