Meringhe

Meringhe

Una delle ricette base più conosciute in pasticceria è proprio quella della meringa, utilizzata non solo per preparare dei golosi ed eleganti dolcetti, ma anche come base per torte, vedi pavlova.

Le meringhe sono semplicissime da fare, hanno solo bisogno di molte ore per la “cottura” o meglio asciugatura. Per essere perfetta una meringa deve essere bianca, friabile e leggera. Per ottenere questo risultato, è indispensabile impostare una temperatura del forno molto bassa e lasciarle asciugare per almeno 3 ore.

Le meringhe possono essere gustate al naturale oppure farcite con ganache, panna o confetture varie. Lisce o striate, semplici o arricchite da codette sono un dolce sano e naturale.

Ingredienti

100 g di albumi (circa 3)

100 g di zucchero a velo

100 g di zucchero semolato fine

Qualche goccia di limone




Procedimento

In una ciotola versare gli albumi e i due tipi di zucchero e iniziare a montare. Meglio se utilizzate una planetaria.

Azionare le fruste e cominciare a montare, verso la fine aggiungere qualche goccia di limone e continuare a lavorare fino a quando la meringa non risulterà compatta e lucida.

Su una leccarda, foderata con carta forno, formare le meringhe usando o un cucchiaio o una sac-à-poche, con una bocchetta a piacere, liscia o a stella.

Infornare nel forno caldo a 80/90 gradi per circa 3 ore, lasciando lo sportello del forno leggermente aperto (porre il manico di un mestolo di legno tra l’apertura del forno e lo sportello, oppure una pallina fatta con della carta argentata).

Le meringhe non devono cuocere ma solo asciugare.

Una volta pronte, lasciarle ancora in forno spento per 5 minuti, poi staccarle delicatamente dalla carta solo quando saranno completamente fredde.

Servire a piacere.

Meringhe
Meringhe

Da non perdere

About The Author

Related posts