Ricette, Ricette base, Street food, Vegetariani

Piadine con esubero di lievito madre

Piadine con esubero di lievito madre- selezione casillo

Chi possiede il lievito madre sa che a volte capita di averne in abbondanza e ci si ritrova con un esubero che si può utilizzare per diverse ricette, come queste sfiziose simil piadine, molto semplici e veloci da preparare.

Intanto è importante specificare che il vero esubero è una parte di lievito madre non ancora rinfrescato o meglio non usato subito dopo il raddoppio, ma quando è collassato. È un lievito che per certe ricette riesce ancora a svolgere la funzione di azione lievitante. Per quanto ci riguarda, troviamo che a volte potrebbe avere un sapore e profumo molto forte ed è per questo motivo che consigliamo di utilizzare un esubero rinfrescato pochi giorni prima, due tre giorni al massimo.

Ci teniamo a precisare che questa non è la vera ricetta delle piadine romagnole ma la nostra versione che facciamo tutte le volte che abbiamo un esubero di lievito madre. Per preparare queste piadine, abbiamo utilizzato un esubero rinfrescato tre giorni prima, ad esso abbiamo aggiunto il doppio della farina, acqua e olio evo, quest’ultimo se preferite potete sostituirlo con lo strutto, ottenendo un impasto dal sapore e profumo perfetto.

Per questa ricetta abbiamo utilizzato la farina tipo 0 Selezione Casillo 100% Italiana. Ideale per la produzione di impasti diretti a breve lievitazione. 

Ingredienti per 7 piadine di circa 60 g ognuna

100 g di esubero di lievito madre

200 g di farina 0

100 g di acqua tiepida

30 g circa di olio extravergine

mezzo cucchiaino raso di sale fino




Procedimento

Mettere nella ciotola della planetaria il lievito madre e aggiungere l’acqua. Mescolare a bassa velocità aggiungendo man mano la farina. Quando sarà stata assorbita, unire l’olio e infine il sale. L’impasto alla fine dovrà essere morbido ma non deve appiccicare alle mani.

Trasferire su un piano leggermente infarinato e lavorarlo con le mani per un paio di minuti. Formare un panetto e far riposare coperto con una ciotola per 30 minuti circa.

Dividere l’impasto in piccoli pezzi e formare delle palline.

Stendere con il mattarello cercando di dare una forma tonda fino a raggiungere uno spessore di 2-3 millimetri.

collage piadine con esubero lievito madre- selezione casillo

 

Scaldare una padella antiaderente, bucherellare con uno stuzzicadente le piadine per evitare che si gonfino durante la cottura e cuocerle 1 minuto circa per lato.

Mettere man mano da parte e gustatele al posto del pane o farcite come più vi piace. Le piadine così preparate si mantegono fresche per qualche giorno chiuse in una busta per alimenti.

Piadine con esubero di lievito madre