Conserve, marmellate e confetture, Ricette, Ricette base

Rape essiccate

La stagione delle rape è quasi finita e quest’anno oltre a farne scorta in congelatore, le abbiamo anche essiccate. Preparare le rape essiccate è un’idea sfiziosa per conservare queste verdure e il loro profumo e poterle utilizzare in preparazioni sfiziose.

Si ottengono dalle cime di rapa fresche, con un procedimento semplice anche se un po’ lungo, ma il risultato è eccezionale. Una polvere di colore verde, profumatissima, da utilizzare per arricchire pietanze varie o da aggiungere alla farina e preparare impasti per realizzare pasta fatta in casa, pane , focacce ecc.

Per questa ricetta abbiamo utilizzato l’essiccatore ma in alternativa si può utilizzare il forno di casa rispettando gli stessi tempi e temperature.

Per realizzare le rape essiccate occorrono pochissimi ingredienti:

3 kg di rape fresche

2 cucchiaini di bicarbonato

 





 

Procedimento

Innanzitutto pulire le rape eliminando i gambi duri e le foglie più spesse e grandi. Selezionare le cimette e le foglie verdi e tenere, scartando quelle più vecchie. Lavare le rape con acqua e bicarbonato, quindi risciacquare bene sotto l’acqua corrente.

Posizionare le rape ben asciutte sui ripiani dell’essiccatoio quindi cuocere a 70° per circa 4/5 ore.

Trascorse le ore di cottura, renderle in polvere in un robot da cucina ( noi abbiamo utilizzato il bimby) e conservare in barattoli ermetici in luogo fresco e asciutto.

 

rape essiccate

 

rape essiccate

Rape essiccate