Dolci, Ricette

Sfinci di San Giuseppe

Sfinci di San Giuseppe- selezione casillo

Gli sfinci sono delle golose frittelle dolci, tipiche della pasticceria siciliana, il curioso nome deriva dal latino “spongia” (spugna) per la curiosa forma irregolare che acquistano durante la frittura. In rete ci sono due tipologie di ricette  una si prepara con il lievito di birra, bocconcini di pasta lievitata, fritta e poi ricoperta di zucchero. Quella che vi propongo è l’altra versione, con la pasta bignè, soffici frittelle ricoperte con una delicata crema di ricotta, granella di pistacchi, scorze di arancia candita o ciliegine candite.  

Gli sfinci venivano prepararti il 19 marzo per festeggiare non solo la festa del papà ma anche la prima festa del periodo primaverile. Oggi le cose sono un po’ cambiate e per la gioia di tutti i turisti, è diventato un dolce apprezzato e mangiato tutti i giorni dell’anno.

La ricetta è molto semplice  da preparare, l’unica parte un po’ delicata è la frittura che deve essere dolce per avere una frittella ben cotta e gonfia. Fatto ciò non resta altro che ricoprirli con una deliziosa crema di ricotta arricchita se preferite con gocce di cioccolato e decorarli a piacere con arancia candita, ciliegie e granella di pistacchi.

Scopri altro.

Io li preparo così:

Ingredienti per 23-25 sfinci

Per l’impasto:

250 ml di acqua

60 g di burro

200 g di farina 00

4 uova

un pizzico di sale fino

Per il ripieno:

350 g di ricotta di pecora freschissima

150 g di zucchero a velo

75 g di gocce di cioccolato fondente

Per guarnire:

frutta candita a piacere

granella di pistacchi q.b.

zucchero a velo

 Per friggere:

olio di arachide o strutto




 

Procedimento

La sera prima, mettere la ricotta a gocciolare dentro un colino  e conservarla in frigo.

La mattina successiva, trasferirla in una ciotola, aggiungere lo zucchero a velo e lavorarla bene con una frusta elettrica, fino a farla diventare liscia e fluida. Coprirla con pellicola trasparente e conservarla in frigo.

Preparare la pasta per gli sfinci:

Mettere in un pentolino l’acqua, il burro, un pizzico di sale e portare a ebollizione.

Aggiungere a questo punto, fuori dal fuoco, la farina tutta insieme e mescolare  prima con la frusta e poi con un cucchiaio di legno. Rimettere sul fuoco e continuando a mescolare, cuocere a fiamma bassa fino a quando sul fondo della pentola si sarà formata una patina bianca.

Togliere dal fuoco e versare l’impasto in una ciotola a raffreddare.

Unire quindi le uova, una per volta, mescolando energicamente con un mestolo di legno, aggiungendo la successiva solo quando la precedente sarà completamente assorbita.

A questo punto scaldare abbondante olio o strutto e portare a 160°, versarci l’impasto a cucchiaiate e cuocere a fiamma media al massimo 3-4 sfinci alla volta.

Girarli spesso e una volta dorati, scolarli e farli asciugare bene su carta assorbente.

Gli sfinci per evitare che rimangano crudi al loro interno dovranno cuocere circa 10 minuti.

Intanto, mettere la ricotta in una ciotola e con l’aiuto di uno sbattitore lavorarla con lo zucchero a velo, fino a renderla liscia e senza grumi. Aggiungere a questo punto se preferite le gocce di cioccolato, fredde di frigo e mescolare.

Con l’aiuto di un cucchiaio ricoprire la superficie degli sfinci con la crema, guarnire con granella di pistacchi e uno spicchio di frutta candita.

Sfinci o sfingi siciliani

Sfinci di San Giuseppe

 

[amazon_link asins=’B01MQT3VTO’ template=’ProductCarousel’ store=’amazon00a82-21′ marketplace=’IT’ link_id=’4b8b8b10-29ac-11e8-8f4c-57eeec6b6637′]