Giugno

Giugno, invece, è falciatore;

il fieno manda un dolce odore, in alto in alto l’allodola vola, il bidello chiude la scuola.

Gianni Rodari

Giugno

A giugno inizia ufficialmente l’estate e i banchi al mercato si riempiono giorno dopo giorno di prodotti freschi e sempre più colorati. Cominciano ad abbondare quasi tutti i prodotti che abbiamo iniziato a vedere e a mangiare in primavera. Il mese di giugno è particolare perché è notevolmente condizionato dalle temperatura che abbiamo avuto in primavera. Se sarà stata calda, potremmo trovarci con tanta frutta in anticipo e viceversa se sarà stata poco clemente, causando problemi alle piante e alla fioritura, potremmo avere una scarsità di prodotti che di conseguenza faranno alzare notevolmente il prezzo degli stessi sul mercato.

Con i primi caldi, aumenta il desiderio di mangiare prodotti freschi e tanta frutta, il mercato ci offre un’ampia scelta come albicocche, meloni, angurie, ciliegie, fragole e iniziano a vedersi anche le prime pesche. Per quanto riguarda la verdura, giugno è il mese ottimo per le zucchine, pomodori, melanzane, fagiolini, peperoni, friggitelli, cipolle, cipollotti, aglio fresco.

Tanta frutta e verdura fresca, colorata e profumata, ideale per realizzare tanti piatti estivi freschi e sani.

 

Ciliegie

Le ciliegie, dal colore rosso intenso, iniziano a maturare verso la fine di maggio, sono sicuramente tra la frutta di stagione più amata. Sono ricche di vitamina C, vitamina A che aiutano a proteggere la vista e a rinforzare le difese immunitarie. Sono depurative, disintossicanti, diuretiche, sono considerate degli antidolorifici naturali per combattere le infiammazioni alle articolazioni.

Ciliegie              ciliegie2 

Albicocche

Le prime tre settimane di giugno sono il momento di massima produzione delle albicocche, anche se le varietà più tardive si raccolgono fino a estate inoltrata, come le varietà “Pellecchia e Cafona” prodotte in Campania. Due Presidi Slow Food meritano una menzione, uno è quello delle piccole albicocche di Valleggia, nell’entroterra savonese, in Liguria. Hanno la buccia sottile, di un colore arancio con puntini di colore mattone, molto profumate e dal sapore intenso. L’ altro Presidio lo troviamo a Galatone, in Puglia, la loro produzione è molto difficile visto che di questa varietà esistono pochissime piante, custodite da piccoli agricoltori o da famiglie.

Le albicocche sono frutti ricchi di acqua e sali minerali, potassio, fosforo, calcio, sodio, magnesio, zinco, ferro e rame. Ricchi di vitamine A, C, E , pensate che la vitamina A presente in due etti di albicocche è sufficiente al fabbisogno giornaliero di una persona adulta. Dal punto di vista della salute combatte l’anemia, aiuta lo sviluppo delle ossa, grazie alla vitamina A protegge la pelle dagli agenti atmosferici e stimola l’abbronzatura, regola il colesterolo e contribuisce al buon funzionamento dell’apparato digerente.

Albicocche

Melone

Il mercato del melone, inizia i primi del mese di giugno con le varietà precoci e continua per tutto il mese seguendo una rotta che va dal Sud al Nord Italia. In questo periodo compriamo i meloni del Sud, in particolare i siciliani, di Pachino, sono un’ eccellenza a livello internazionale, provenienti da coltivazioni in campo aperto e costano poco.

Il melone è un frutto con tantissime proprietà, è un antiossidante perchè contrasta l’attività dei radicali liberi, fa bene alle ossa e alla pelle, stimolando l’abbronzatura naturale, uno dei motivi per cui in estate non deve mai mancare nella nostra alimentazione. Il melone è ricco di acqua e per questo aiuta l’idratazione del nostro organismo, soprattutto d’estate, quando si suda tantissimo. Ricco di vitamina A e in particolare di betacarotene, aiuta a prevenire la formazione dei radicali liberi; ricco di vitamina B, ottima a contrastare la fame nervosa e aiuta a rinforzare ossa. E’ ricco di calcio, fosforo, magnesio e potassio, per questo è da considerare un integratore naturale per recuperare le forze.

Meloni

Zucchine

L’estate è per le zucchine il periodo della produzione in campo aperto, è una pianta semplice d coltivare e molto produttiva. La particolarità delle zucchine è che si raccolgono acerbe, in questo modo la polpa si mantiene tenera e soda e la buccia ben tesa. Le varietà sono tante anche se non ci sono grandi differenze nel gusto, le più conosciute sono la nana verde di Milano, la zucchine bolognese, la tonda di Firenze e la grigia genovese. Ricche di vitamine A e C e di sali minerali: potassio, magnesio, ferro, zinco, calcio rame e manganese. Combattono l’ipertensione, il colesterolo e favoriscono il sonno.

Zucchine

Friggitelli

I friggitelli sono dei peperoni una decina di centimetri, verdi e conici con la punta arrotondata e come dice il nome sono una golosità fritti nell’olio. In alcune regioni della Campania, li chiamano anche friarielli ma, giusto per non fare confusione, tenete presente che a Napoli, il friariello indica indica invece le cime di rapa.

I friggitelli hanno un sapore dolce, con una piacevole punta amarognola, contengono circa 4 g di carboidrati e forniscono 23 calorie ogni 100 g di prodotti, sono ricchi di vitamine, minerali e fibre alimentari. Preferibilmente si consiglia di consumarli crudi, tagliati a pezzi e aggiunti alle insalate. Il colore verde dei friggitelli è dato dalla clorofilla, ricca di magnesio fondamentale per la produzione dell’energia e la salute del sistema nervoso.

Friggitelli